Il culto del Dio Cornuto

di Malvi Commenta

Il culto del Dio Cornuto è con ogni probabilità uno dei più antichi del mondo: serve per chiedere amore, fortuna e felicità...

Il culto del Dio Cornuto è con ogni probabilità uno dei più antichi del mondo, presente nelle più disparate tradizioni. Questa divinità veniva spesso rappresentata con una giganteca statua di bronzo, nel cui interno cavo ardeva costantemente un fuoco che la rendeva di un rosso incandescente. Al Dio Cornuto è stata dedicata una vera e propria invocazione per cercare di fare manifestare la sua presenza.

E’ questo un culto che ancora oggi viene utilizzato attraverso una invocazione ben precisa che vi andiamo a sottoporre.

Tutti noi veniamo dal Dio Cornuto
E a lui ritorneremo
Come una goccia di pioggia, Fluisce nell’oceano.
Zoccoli e corna, zoccoli e corna
Coloro che muoiono rinasceranno
Grano e frumento, grano e frumento
Coloro che cadono sorgeranno di nuovo
Tutti noi veniamo dal Dio Cornuto
E a lui ritorneremo
Come una scintilla di luce, brilla da un fiero sole
Tutti noi veniamo dal Dio Sole
E a lui ritorneremo
Come un raggio di sole, che si riversa nel cielo estivo
Noi tutti veniamo dall’Uomo Verde
E a lui ritorneremo
Come un ghianda verde che cade nel sottobosco
Tutti noi veniamo dal Cacciatore
E a lui ritorneremo
Come una colomba dalle ali bianche, che vola verso il suo riposo serale

Il culto del Dio Cornuto va osservato alla notte, quindi quando è buio. L’invocazione al Dio Cornuto è utile per cercare fortuna, amore e salute e per vivere dunque una vita piena di gioia e serenità lontani dalle preoccupazioni quotidiane che molto spesso caratterizzano la vita degli uomini.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>