Eros/Cupido, il Dio dell’Amore … Buon San Valentino a tutti

di Morgana Commenta

Oggi voglio parlarvi di una divinità addetta all’amore e che quindi cade a pemnnello con questa giornata. La divinità è Cupido o Eros, Dio dell’amore Greco-Romano.

CUPIDO così veniva chiamato nell’antica Roma, dal Latino cupido, da cupere, “bramare”, esso nella mitologia romana è figlio di Venere, dea dell’amore, e di Vulcano, dio del fuoco. Cupido è famoso come il dio giovane e bello che si innamorò di Psiche, una fanciulla bellissima, mentre in altri altri racconti appare come un ragazzo dispettoso che colpisce uomini e dei con le sue frecce, facendoli innamorare perdutamente. Nell’arte, spesso e volentieri viene raffigurato come un bimbo nudo e alato, con arco e frecce.

EROS così veniva chiamato nell’Antica Grecia, il Dio dell’amore. Nella mitologia antica era una delle prime forze della natura, figlio del Caos era la personificazione dell’armonia e della potenza creativa dell’universo, poi venne identificato con un giovane bello e affascinante, accompagnato da Foto “bramosia” e Imero “desiderio”. Eros appare anche come inseparabile dalla madre, Afrodite, dea dell’amore. Nell’arte greca veniva descritto come un giovane alato, bellissimo, dagli occhi frequentemente bendati che stavano a simboleggiare la cecità dell’amore, veniva raffigurato con in mano arco e frecce d’argento, con cui lanciava frecce di desiderio nel petto degli dei e degli uomini.

Visto che siamo in tema d’amore, ecco un’invocazione a Diana per l’Amore:

Diana, bella Diana
che tanto bella e Buona sei
Per la Devozione che ti porto
E le gioie dell’Amore
Che tu stessa hai conosciute
T’imploro, vieni in mio soccorso!
Se questa grazia mi vorrai accordare
Tua figlia Aradia chiamerai
E al letto della fanciulla la invierai
E Aradia la fanciulla muterà in una canina
e alla stanza mia la manderà
E qui lei
Fanciulla ancora diventerà
Bella quanto prima
E potrò con lei fare all’amore
a lungo ,quanto voglio
e dopo, a mio piacere,
Le dirò
Per volontà della potente fata Diana
e di sua Figlia Aradia
In fretta ritorna una canina
come tu eri prima

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>