Far tacere le malelingue

di Anna Fraddosio Commenta

Questo rituale è dedicato a tutti quelli che si sentono vittima o sono vittima di malelingue, commenti offensivi, che si sentano attaccati da persone anche senza un motivo valido apparente. In tempi antichi tutto questo si sarebbe risolto con maledizioni belle pensanti sulle persone che insultavano, ad oggi ovviamente questo non è una cosa positiva, questo perchè quando si viene attaccati e ci si sente vittima, non si da un giusto peso alle cose, si è talmente così arrabbiati e feriti che nel lanciare una maledizione possiamo punire più del dovuto. Questo “punire più del dovuto” ovviamente può poi portare conseguenze anche a chi lo fa, il famoso “colpo di ritorno” quindi bisogna ponderare e prendere con le pinze prima di maledire una persona per la vita e forse per l’eternità.

Questo rituale quindi è una punizione “giusta” per chi ci fa e ci ha fatto del male, non incorriamo in nessun colpo di ritorno.

Occorrente

Una busta bianca
Olio essenziale di lavanda
un foglio bianco
una ciocca dei vostri capelli,
ceralacca rossa(cartoleria ben fornita)
una candela bianca
pennarello rosso indelebile

Misto di erbe:
rosmarino, ginepro in bacche, ortica, salvia tutte ridotte in polvere

Procedimento

In un giorno di Luna calante, preparate tutto l’occorrente sul vostro altare, accomodatevi dinnanzi, e fino alla fine del rituale, pensate esclusivamente all’obbiettivo, non vagate con la mente, non pensate ad altro, pensate solo a farvi giustizia.

Sull’altare ponete ed accendete la candela, che avrete precedentemente caricato per lo scopo e unto con l’olio essenziale di lavanda. Disegnate sul foglio bianco una bocca chiusa, su cui farete, con il pennarello rosso indelebile, una bella X. Visualizza ora le bocche dei tuoi nemici che si placano e si chiudono, aggiungi ora, sul foglio, la tua ciocca di capelli e il misto di erbe, dicendo:

“Bocche grandi come il forno
io vi ordino il silenzio!
Nella busta è sigillata
la tua (vostra) lingua biforcuta
e dal male sono preservata!!!
Ritorna indietro quello che tu fai
e al destino pagherai.
Così voglio, così è così sarà!”

Sigillate la busta facendo colare la ceralacca, incidendo la tua iniziale, mettete la busta vicino la candela e poi seppellite la busta e i resti della candela, in un prato vino casa o in vaso del tuo balcone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>