Invocazioni antiche ai Guerrieri e al Grande Spirito

di Malvi Commenta

Dai tempi dei tempi le invocazioni hanno trovato spazio nelle culture di vario tipo, dalla pagana alla celtica, fino a quella greco romana. Ogni popolo, attraverso questo strumento, ha cercato il modo migliore per avvicinarsi alle divinità per trovare forza e coraggio. Vi proponiamo di seguito alcune delle invocazioni antiche più conosciute: una dedicata alla figura del guerriero, l’altra al Grande Spirito.

invocazione Ecate

Preghiera per il Guerriero

Dee della giustizia,
vegliate su coloro che hanno combattuto per la nostra libertà.
libertà da donare a tutte le persone,
a tutto il mondo,
indipendentemente dalla loro fede.
Proteggete i nostri guerrieri da ogni male,
in modo che possano tornare alle loro famiglie
e alle loro case.
Tutelateli nella vostra luce,

perché l’odio non li vinca
E il pregiudizio e l’orgoglio non li facciano
Prigionieri.
Dee della libertà, dei della giustizia,
ascoltate la nostra preghiera, e la luce del cielo,
torcia splendente nella notte,
possa guidarci a trovare la via del ritorno
fino a voi, finalmente uniti
in un unico cuore.

IL CANTO WICCA

Preghiera indiana al Grande Spirito

Oh grande spirito, la cui voce sento nei venti
E il cui respiro dà vita a tutto il mondo, ascoltami!
Vengo davanti a te, sono uno dei tuoi tanti figli.
Sono piccolo e debole, ho bisogno della tua forza e della tua saggezza.
Lasciami camminare nelle cose belle
e fa che i miei occhi ammirino il tramonto rosso e oro
Fa che le mie mani rispettino tutto ciò che hai creato
e le mie orecchie siano acute nell’udire la tua voce
Fammi saggio, così che io riconosca le cose che hai insegnato
al mio popolo, le lezioni che hai nascosto in ogni foglia,
in ogni roccia. Cerco forza, non per essere superiore
ai miei fratelli me per essere abile a combattere il mio
più grande nemico: me stesso!
Fa che io sia sempre pronto a venire con te, con mani pulite e occhi dritti,
così che quando la mia vita svanirà come luce al tramonto,
il mio spirito possa venire a te senza vergogna.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>