Magia, cocktail per il desiderio o il matrimonio

di Marina 2

Chi almeno una volta nella vita non ha avuto il desiderio di poter posserdere un pizzico di magia per poter conquistare l’uomo, o la donna della sua vita? O semplicemente la persona che in quel momento desiderava accanto?

Un incantesimo, una pozione magica, qualcosa che si potesse utilizzare, per arrivare allo scopo. Poi magari ci viene anche il pensiero che, quella persona, la vorremmo senza ricorrervi, però alla fine… a volte si dice che il fine giustifica i mezzi!

Mesi fa abbiamo parlato di Gundella, una maga verde che preparava pozioni magiche contemporanee utilizzabili nella vita attuale. Vi avevo proposto la ricetta di un pasticcio di carne saporito che avrebba iutato a far nascere la passione passeggera.

Ma se è qualcosa di più potente che volete, non a livello di magia, bensì di sentimenti, potete pensare di preparare il Cocktail alla mela stregata. No, non è la mela della strega di Biancaneve e non uccidere il vostro amato.

Si tratta di un cocktail che ha come obiettivo suscitare la passione, poi però dipende da come lo preparate. In un caso può addirittura spingere a proposte di matrimonio, quindi pensateci bene prima di prepararlo. Eccovi la ricetta.

Ingredienti: due tazze di succo di pomodoro, una foglia d’alloro e un ciuffo di basilico, aneto e salsa Worchester. Prendete una casseruola e mettetevi il pomodoro insieme agli altri ingredienti. Ci vogliono solo una punta di aneto e un cucchaino di salsa.

Fateli bollire la mistura a fuoco medio per circa tre minuti poi togliete dal fuoco e mettetela nel frigorifero. Al momento di servirla passatela con un colion per eliminare le foglie e il resto. L’ingrediente che può provocare richieste di matrimonio è l’aneto. Se non volete sentirvene fare meglio che al suo posto utilizziate sale aromatizzato al sedano altrimenti  vi ritrovereste nei guai! (foto foodista)

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>