Magia: zuppa magica per cena tra amici – parte I

di Marina Commenta

La magia è qualcosa che può aiutare nella vita, non solo attraverso gli ingredienti che vengono utilizzati per preparare le ricette, le pozioni o quant’altro. La magia è una condizione di essere, uno stato d’animo e di esistenza.

Non è possibile ottenere nulla se in primo luogo non si ha un minimo di intenzione di ottenerla e non si fa qualcosa a riguardo, perchè anche la magia ha bisogno di questo, di volontà.

Quindi non bisogna guardare alla magia come qualcosa che risolve i problemi mentre rimaniamo seduti sul divano ad aspettare. Il segreto è fare qualcosa! che è sempre meglio di non fare niente.

Detto questo vi presento la zuppa magica, che serve come benedizione e per far ottenere a voi e ai vostri amici ciò che desiderate. Per prima cosa sappiate che il brodo di pollo “fa bene all’anima“.

Una zuppa è fatta da acqua, sale e qualunque altra cosa. Acqua, sale e fuoco, sono tre dei cinque elementi magici.  Iniziate prendendo una pentola, mettetela sul piano di lavoro e toccatela per tre volte con l’indice teso, e dite: “un, due tre, questa pentola un calderone è!”

Prendi l’acqua del rubinetto, mettila in una brocca o bottiglia, portala sul cuore e pronuncia queste parole: “acqua di saggezza, acqua di forza, acqua della vita e acqua di luce, portate la vostra benedizione“. Fatto questo mettete l’acqua nel calderone.

Accendete il gas e quindi avrete il fuoco, altro elemento magico. Avviciante le mani aperte con le palme verso la fiamma, non tanto da scottarvi e ripetete: “caldo fuoco, luminoso fuoco, bagliori di fuoco nella notte, fuoco splendi come il sole che la trasformazione è iniziata”.

A questo punto mettete il calderone sul fuoco. Ora è il momento di aggiungere altri elementi che possono portarvi al raggiungimento di uno scopo in particolare, oppure ad uno scopo piàù generale (continua…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>