Preghiera dell’inquietudine: far ritornare in ginocchio un ex

di Anna Fraddosio Commenta

La preghiera dell'inquietudine serve a far ritornare un vostro ex. Essa piega la sua volontà, infliggendogli un malessere che solo voi potete lenire.

La preghiera dell’inquietudine ha origini molto antiche; veniva usata principalmente nell’America latina, secoli e secoli fa, dal popolo hoodoo. Tale preghiera crea insonnia, inquietudine e malessere sulla persona colpita. Essa dunque, può essere utilizzata per vendicarsi di un ex e farlo ritornare da voi.

preghiera dell'inquietudine

La preghiera dell’inquietudine se pronunciata in modo esatto e con i giusti strumenti fa si che il vostro ex non possa più dormire, sognare, essere sereno se non stando con voi. Piega quindi la sua volontà, si intromette nei suoi pensieri non dandogli pace.
Ma vediamo insieme come deve essere pronunciata e di quali strumenti e gesti ha bisogno per avere l’effetto sperato.

Fase lunare: Luna piena o Luna calante
Giorno: Venerdì
Ora: Venere
Occorrente:

  • Candela rosa
  • Olio dell’inquietudine
  • Olio di comando
  • Olio di riconciliazione
  • Simbolo religioso (un crocifisso, un rosario, un pentacolo, un OM, etc.)

Come si esegue la preghiera dell’inquietudine

  1. Incidere la candela rosa con il nome della persona che volete tormentare e far tornare da voi.
  2. Mescolate tutti gli oli elencanti sopra in una piccola coppetta.
  3. Ungete la candela con il miscuglio di tutti gli oli e caricatela.
  4. Accendete la candela, e prendete nella mano destra il simbolo religioso più adatto a voi, e dite:

    “O Spirito dell’inquietudine,
    che all’inferno vaghi e il cielo mai potrai raggiungere.
    Ascoltami!!!
    Invadi i cinque sensi di (nome dell’ex),
    non dargli più sonno, né pace, né appetito, nè sete, né serenità,
    nè gioia del contatto con le altre persone.
    Possa sentire la sua anima inquieta, in perenne tempesta,
    sentire malessere e pena, solo, senza nessuno che possa alleviare la sua pena.
    Possa lui pensare che solo con me ritroverà la sua pace, la sua felicità.
    Fa che io sia il suo unico bisogno, la sua unica ossessione.
    Possa tornare da me umilmente in ginocchio e ai miei piedi,
    chiedendomi perdono.
    Con in mano il segno sacro, possano gli Dei (o Dio)
    ascoltarmi.
    Io scongiuro che il mio volere sia fatto!”

  5. Posizionate il vostro simbolo religioso vicino la candela e lasciate quest’ultima bruciare fino all’ultimo.
  6. Portate con voi sempre il vostro simbolo religioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>