Richiamare l’anima gemella con gli elementi

di Anna Fraddosio Commenta

Ancora una volta parleremo dell’anima gemella, tempo fa vedemmo come sognare e come attirare a se la metà mancante, oggi vedremo un altro rito per richiamarla a voi con la forza degli elementi, precisiamo che questo non è un legamento ma un aiuto, perchè l’anima gemella è destinata a voi da sempre.

Occorrente

3 candele bianche
Un piattino
Sale marino
Coppa d’acqua
Incenso misto
Fiori secchi di gelsomino
Altare (o tavolo)

Procedimento

Possibilmente in un giorno Luna piena, preparate sull’altare tre candele bianche messe in fila davanti a voi al centro, a sinistra mettete nel vostro piattino versate un po’ di sale marino, e la coppa con d’acqua (possibilmente appena raccolta), fumigate la stanza con incenso misto e bruciate fiori secchi di gelsomino, accendete le candele partendo da quella di sinistra. Aprite il cerchio come vi è solito fare, ed invocate la vostra dea dell’amore a cui siete più legati, dopo, prendete in mano il piattino con il sale, volgetevi verso Nord e dite:

“ Madre terra
io ti offro questo sale,
aiutami a trovare la mia metà perduta”.

Posate il sale, prendete l’incensiere e volgetevi verso Est dicendo:

“Cielo io ti offro questo profumo
aiutami a trovare la mia metà perduta”.

Posate l’incensiere, prendete la candela centrale delle tre che avete davanti, volgetevi verso Sud e dite:

“Sole io ti offro questo fuoco
aiutami a trovare la mia metà perduta”.

Posate la candela e prendete la coppa, volgetevi verso Ovest e dite:

“Luna, io ti offro quest’acqua,
aiutami a trovare la mia metà perduta”.

Posate la coppa, ponetevi al centro del cerchio con le mani alzate e rivolgete lo sguardo al cielo e rivolgendovi alla vostra dea dell’amore dite:

“( Nome Dea) Guidalo a me, mostragli la strada.
Guidalo a me, cosi saremo uniti.
Guidalo a me, due corpi e una sola anima”.

Abbassate le braccia e restate un ora in meditazione, buttando ogni tanto un pizzico di fiori sull’incensiere, in seguito potete chiudere il cerchio e andarvene, ma lasciate comunque consumare le candele fino alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>