Il rituale dell’anima gemella

di Anna Fraddosio Commenta

Abbiamo parlato già tempo fa dell’anima gemella, di cos’è, di cosa significa, del perché è difficile incontrala, e dei rituali e degli incantesimi che si possono fare, e dato che siamo vicino al giorno degli innamorati “San Valentino”, vorrei poter farvi conoscere un altro rituale che vi aiuti a cercare e a ritrovare la vostra metà mancante.

Occorrente
Un foglio di carta vergine ( o pergamena)
Una candela rosa
Olio di rose
Una matita
Fiammiferi
Strumenti per lo spazio sacro

Procedimento

Il rituale lo incomincerete nel giorno di Luna Crescente, meglio se di venerdì e nell’ora di Venere. Preparate tutto ciò che vi occorre per il rituale, rilassatevi, e lasciate tutte le ansie e le paure, dopodiché create il vostro cerchio magico. Ungete la vostra candela con l’olio di rose, e caricatela dell’obbiettivo che dovrà compiere, per far ciò, basta che strofinate la candela tra le vostre mani, con energia pensando allo scopo. Fatto ciò accendete la candela con il fiammifero, e NON con l’accendino, mi raccomando. Prendete il foglio di carta vergine ( cioè mai utilizzato, completamente immacolato) o il di pergamena (che trovate in cartolibreria) e scrivete, con la matita, il vostro nome e fate un cerchio attorno ad esso. Affianco al cerchio appena fatto, disegnate un altro cerchio che rappresenterà lo spazio della vostra anima gemella.

Prendete ora la candela e fate colare la cera sopra i due cerchi, nel mentre visualizzate l’amore, come lo vorreste, visualizzate il desiderio ardente di incontrare la vostra reale metà, non pensate nessuno in particolare, pensate piuttosto al sentimento, alla felicità, alla completezza. Prendetevi tutto il tempo necessario per fare questo, più energia avrete messo, è più sarà alto il livello di successo. Dopo aver coperto completamente i due cerchi di cera, quando essa è ancora calda, mettete la candela accesa al centro dei due cerchi, in modo tale che si attacchi e rimanga in piedi senza il bisogno di un sostegno, lasciatela che si consumi completamente. E’ importante non spegnere la candela, ma lasciarla consumare, affinché l’energia della candela abbia effetto.

Nello stesso giorno, quando la candela si sarà completamente spenta da sola, dovrete donare i resti a uno dei quattro elementi, quello che per voi di più simboleggi l’amore, quindi seppellite i resti nella terra, lasciateli andare tra le onde del mare, abbandonateli all’aria, o bruciate tutto in un grande fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>