Rituale per la salute con la runa Uruz

di Anna Fraddosio Commenta

Ritorniamo a parlare di salute, di cosa possiamo ottenere con l’aiuto della magia, e ritorniamo a parlare della potente magia delle rune, in particolare della runa Uruz, di cui qualche tempo fa vedemmo la meditazione ad essa dedicata. Mi sembra corretto, prima di vedere il rituale, precisare che la magia non cura malattie gravi, può al massimo portare fortuna al malato, cercando di farlo stare meglio, ma ovviamente non guarisce, è bene che questo lo sappiate e ne siate consapevoli.

Il rituale è stato preso dal libro “Wicca” di Scott Cunningham, se conoscete lo scrittore saprete di certo che lui basa la magia sul potere personale e sulla visualizzazione.

Detto questo passiamo al rituale, in cui le uniche cose che ci serviranno saranno un posto tranquillo dove non nessuno ci disturbi, un pennarello rosso ed una pietra, o pezzo di legno, o la vostra runa Uruz che usate per la meditazione, se non l’avete, disegnato con il pennarello rosso sulla base scelta la runa. Ora, fatto ciò, dovrete strofinarla tra le mani, pensando intensamente alla runa Uruz, e al suo potere, cercate di visualizzare la vostra energia che entra nel simbolo, ed il simbolo che si anima di vita e pulsa, rilasciando finalmente il suo potere. Una volta che sarete convinti che basti caricare la runa, ponetela sulla mano sinistra, (per i mancini quella destra) e osservate per almeno 10 minuti la runa. Mentre lo fate potete anche vagare con la mente, l’importante e che quando chiuderete gli occhi sulla retina riuscite a vedere chiaramente il simbolo.

Una volta pronti, con gli occhi chiusi, mentre guardate Uruz, e mentre avete in mano la runa, visualizzate chiaramente, voi o la persona che guarisce, che è felice ed in salute. Immaginate la runa che si unisce al corpo della persona malata e che lo sblocca attraverso una luce meravigliosa che gli da serenità, sollievo e infine guarigione. Fate tutto questo per tutto il ciclo lunare calante fino alla luna nuova. Se non dovesse funzionare riprovate al prossimo ciclo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>